Lavaggio di preparazione Pannolini NUOVI

Tutti i pannolini vanno lavati prima di essere indossati. Per alcuni tessuti questo non significa solo togliere sporco o impurità depositati in seguito al trasporto, ma diventa fondamentale per fargli svolgere il loro compito di assorbire (che è quello che vogliamo!).

Per questo motivo questo lavaggio iniziale viene chiamato “di preparazione” perché prepara i pannolini a svolgere la loro funzione.

Per prima cosa controllate le indicazioni di lavaggio del produttore (le trovate solitamente allegate al pannolino, altrimenti sul sito internet del produttore).

I tessuti sintetici (inserti in microfibra, pocket con interno micropile, velini pile, cover, AIO con interno microfibra e pile) potete metterli nel bidone con gli altri pannolini sporchi che state usando, e li lavate insieme alla prima occasione alla massima temperatura raccomandata dai produttori (preferibilmente 60°).

Particolare attenzione, invece, va fatta per i pannolini e gli inserti nuovi di cotone, bambù o canapa (inserti, AIO cotone, fitted, pocket con interno in tessuto naturale, prefold, muslin, etc.).
Questi tessuti presentano dei residui di produzione che vanno eliminati prima di usarli. Si tratta di oli che vengono eliminati solo grazie alla presenza di detersivo e acqua calda (preferibilmente 60°, ma seguite le indicazioni del produttore in etichetta).

È preferibile non fare i lavaggi di preparazione di questi tessuti insieme ai pannolini che state usando, perché i residui oleosi liberati dal tessuto nuovo durante il lavaggio potrebbero essere assorbiti dai tessuti sintetici come la microfibra o il pile (che amano “l’olio”), ma potete tranquillamente lavarli con asciugamani di casa o biancheria, se non avete abbastanza pannolini per fare un carico lavatrice, oppure potete lavarli a mano in una bacinella.

Ci sono comunque molte testimonianze di mamme che li hanno lavati insieme ai pannolini in uso senza notare problematiche.

 

Quindi il lavaggio di preparazione in lavatrice è un lavaggio (anche programma breve di 30 min) preferibilmente a 60° (se possibile da etichetta, altrimento 40°), con detersivo (1/3 della dose indicata dal produttore per biancheria molto sporca e per la durezza della vostra acqua).
L’ideale sarebbe ripetete almeno 3 volte questo lavaggio di preparazione, alternato sempre ad asciugatura per portare ad un migliore grrado di asorbimento le fibre, se però volete iniziare ad usarli dopo un solo lavaggio non ci sono controindicazioni ma dovete essere consapevoli del fatto che non assorbiranno ancora la massimo delle loro capacità ed è possibile andare incontro a perdite, per questo conviene usarli quando siete in casa o quando sapete che potrete cambiarlo un po’ prima (es. i fitted della notte potete iniziare ad usarli per i sonnellini).

Per renderli più assorbenti servono altri lavaggi alternati da asciugatura completa.
Potete aspettarvi un’assorbenza ottimale in:

  • bambù: 5-6 lavaggi
  • cotone: 6-8 lavaggi
  • canapa: 8-10 lavaggi

Pannolini usati

Per quanto riguarda i pannolini acquistati usati, ovviamente non sono necessari lavaggi di preparazione poiché i tessuti sono già tutti alla loro assorbenza.

A meno che non conosciate bene la “storia” di quei pannolini, in particolare il modo in cui venivano lavati, con che detersivo/additivi, in che tipo di acqua (durezza), consigliamo sempre di eseguire una lavaggio “speciale pannolini usati” che consiste in:

  • lavaggio a 60° con il vostro detersivo contenente percarbonato -> lavaggio di pulizia e igienizzazione
  • lavaggio a 60° senza detersivo (opzionale) –> lavaggio test per eventuali residui da cattivi lavaggi precedenti messi in luce dal vostro lavaggio

Fonte:

Liberamente tratto da http://pannoliniconsapevoli.it/